Non bastava Goethe, che nel 1817 terminava di scrivere “Viaggio in Italia” (prima guida turistica riconosciuta), per darci lo spunto del prossimo carnevale… così anche l’ONU ha dichiarato il 2017 “Anno Internazionale del Turismo Sostenibile” riconoscendo l’importanza del turismo internazionale… “nel diffondere consapevolezza del grande patrimonio delle varie civiltà e nel portare al riguardo un miglior apprezzamento di valori intrinsechi delle diverse culture, contribuendo così al rafforzamento della pace nel mondo“.

Ecco dove nasce il Carnevale ambrosiano dei ragazzi 2017. Tante le idee!

Il turismo infatti è un fenomeno che coinvolge società, economia, moda, ambiente, costume, storia…

E poi da sempre l’uomo è in viaggio: dall’homo sapiens ai romani, dagli atleti greci ai pellegrini medievali, dal Grand Tour del XVII secolo ai viaggi nello spazio nel XXI secolo.

Viaggeremo tra “classici” del turismo: last minutes, viaggi da sogno, mordi e fuggi, fai da te! Se non ci smarriremo tra biglietti chilometrici, valigie perse, colorate cartoline e stravaganti souvenir, treni permettendo… arriveremo anche quest’anno a mettere in scena un Grande Gioco che farà viaggiare, ancora una volta, la fantasia dei ragazzi, protagonisti assoluti del carnevale e con obbligo di selfie.

Un modo simpatico per ridere di eccessi e luoghi comuni del nostro viaggiare, spesso “poco sostenibile”.

Sorridendo di noi, potremo riflettere ed essere tutti più attenti alle persone, agli ambienti e alle cose che incontriamo nelle nostre piccole e grandi occasioni… turistiche.

E se è vero che un viaggio è sempre preceduto dal racconto di viaggio di chi ti ha preceduto e che prima di un viaggiatore c’è un altro viaggiatore… seguiamo (di nuovo= con novità!) anche noi le tracce che ci precedono nel viaggio sempre affascinante dell’animazione in oratorio.